Seleziona una pagina

Per i soggetti beneficiari del Reddito di Cittadinanza che vogliono avviare una nuova impresa esiste la possibilità di ricevere un contributo per l’avvio dell’attività.

Viene definito come incentivo per l’autoimpiego, vediamo come funziona.

L’incentivo per l’autoimpiego è un contributo a fondo perduto disciplinato dal Decreto Legislativo 4/2019 (Reddito e Pensione di Cittadinanza) pari a sei mensilità di Reddito di Cittadinanza ed entro i limiti di 780 euro mensili (4.680 euro totali).
 

È possibile avviare un’attività lavorativa in forma di:

  • libera professione o lavoro autonomo;
  • impresa individuale;
  • società cooperativa;

Non è possibile utilizzare il contributo elargito dal Reddito di Cittadinanza per la costituzione di altre forme di società (società semplici, snc, sas, srl, spa, sapa). 

 

Per beneficiare dell’incentivo a fondo perduto è necessario avviare l’attività entro i primi 12 mesi di fruizione del Reddito di Cittadinanza.

L’incentivo a fondo perduto per avviare l’iniziativa imprenditoriale è rivolto ai soggetti che percepiscono il Reddito di Cittadinanza e che quindi sono in possesso dei requisiti.

Le modalità di richiesta e di erogazione del beneficio addizionale saranno stabilite con decreto del Ministro del lavoro e delle politiche sociali di concerto con il Ministro dell’economia e delle finanze e il Ministro dello sviluppo economico.